Prima Effe

STORIA

Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi

Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva – alias Anita Garibaldi – è stata oggetto, dopo la morte, di processi di nazionalizzazione paralleli. Tra Otto e Novecento la prima moglie Giuseppe Garibaldi è così diventata una figura di rilievo nelle narrative patriottiche.
Torino 2017- Storia

DALLA TERRA ALLA STORIA Scoperte leggendarie
 di archeologia orientale

Paolo Matthiae è un archeologo del Vicino Oriente, noto per aver riportato alla luce l’antica città di Ebla, in Siria. L’autore prende in considerazione l’intera area vicino orientale, Anatolia, Siria, Mesopotamia e Levante, e anche l’Egitto, dedicando ogni capitolo a un sito chiave tra i luoghi che sono stati al centro di grandi scoperte archeologiche.
Torino 2018 - Arte

LEOPARDI E MACHIAVELLI

Un breve saggio con bibliografia sui rapporti tra Giacomo Leopardi e Niccolò Machiavelli.
Aprile 2018: CRITICA LETTERARIA

MIO CARO NEANDERTAL

Nel lontano agosto del 1856, nella valle renana di Neander a pochi chilometri da Düsseldorf, furono rinvenuti i resti di un antico ominide, simile ma diverso dall’uomo moderno. Era iniziata la vicenda dell’uomo di Neanderthal.
Luglio-agosto 2018: SCIENZE

DIETRO LE QUINTE DELL’UNIVERSO

Il libro di Bertone si rivolge al vasto pubblico di appassionati di astronomia e di fisica per raccontare la storia della misteriosa materia oscura che permea l’universo e guidare il lettore attraverso un appassionante viaggio dalla sua scoperta fino a oggi.
Luglio-agosto 2018: SCIENZE

MORFISA O L’ACQUA CHE DORME

In questo suo ultimo romanzo, Antonella Cilento sceglie una collocazione temporale alquanto impegnativa, ovvero il passaggio tra l’Alto e il Basso Medioevo, quando intorno al ducato di Napoli si davano battaglia tanti, troppi contendenti: dai bizantini ai normanni, dai longobardi agli arabi. Materia quanto mai propizia alla narrazione avventurosa, ma occorre tener presente che ogni avventura, in questa trama, è cucita con il filo variopinto degli innumerevoli riti e miti di Napoli, fra sirene e sibille, San Virgilio e San Gennaro.
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

LA RAGAZZA DI MARSIGLIA

Il racconto storico di Attanasio restituisce la vita esuberante, densa e ingiusta di Rosalia Montmasson (1823-1904). Di umili origini savoiarde, seconda moglie di Crispi, fedele all’azione di Mazzini e Garibaldi, unica donna tra le 1089 camice rosse che partirono da Quarto nella notte tra il 5 e il 6 maggio 1860.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

L’INNOMINABILE

Scritto nel 1949, subito dopo En attendant Godot, il romanzo L’Innommable chiude la trilogia composta da Molloy e Malone meurt. Dal 1947 Beckett aveva iniziato a scrivere in francese, ovvero in quella che era divenuta la lingua della sua “resistenza”.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

LOVE + HATE: RACCONTI E SAGGI

In questi racconti brevi e saggi Hanif Kureishi conferma ancora una volta la qualità della sua scrittura, densa, ironica e provocante. Sono testi che parlano della Londra bohémien degli anni sessanta e del suo presente multiculturale, della complessità del rapporto padre-figlio, ma anche delle riflessioni sui mutamenti sociali e sui flussi migratori, all’epoca del crollo dell’impero britannico e nella nostra confusa contemporaneità.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto2018: LETTERATURE

ROSSO ELISABETTIANO.
SAGGI SU SHAKESPEARE

Stefano Manferlotti ci porta nel cuore stesso dell’inferno shakesperiano: il luogo proprio dell’uomo, delle sue passioni, dei suoi desideri brutali, delle sue perversioni, della sua tenerezza tradita.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

VITA DI MAFIA.
AMORE, MORTE E DENARO NEL CUORE DEL CRIMINE ORGANIZZATO

L’ultimo libro di Federico Varese è un originale affresco delle mafie contemporanee. L’autore, criminologo a Oxford, è tra gli studiosi più noti del fenomeno mafioso in campo internazionale.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

STORIA DELLA RESISTENZA NELL’EUROPA OCCIDENTALE 1940-1945

Una “prima storia”, basata su una documentazione archivistica soprattutto inglese, che in 21 capitoli affronta in modo assai dettagliato le varie fasi e i mutamenti dei complessi rapporti tra le strategie militari – prima solamente inglesi e, dal 1942, anche statunitensi – e i movimenti di resistenza nell’Europa occidentale.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

SALVARSI.
GLI EBREI ITALIANI SFUGGITI ALLA SHOAH, 1943-1945

Liliana Picciotto lavorando presso il Centro di documentazione ebraica contemporanea di Milano era nella posizione migliore per affrontare un tema che spesso è stato oggetto di strumentalizzazioni. Il ruolo dei salvatori di ebrei è stato fondamentale nella salvezza di migliaia di ebrei in Italia e in Europa, ma esso ha assunto uno spazio soverchiante nel discorso pubblico...
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

L’ARTE NELLA TEMPESTA

Il libro racconta di come scrittori e artisti accolsero la rivoluzione russa, dell’entusiasmo soprattutto nel periodo che la precedette, della loro convinzione che arte e rivoluzione dovessero avere un unico scopo: rompere con il passato. LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI

GLI EBREI DI REMBRANDT

Protagonista del saggio è la comunità ebraica di Amsterdam e Rembrandt funziona come punto di partenza e filo conduttore, permettendo all’autore di mettere a fuoco il vero oggetto della sua indagine, ovvero il rapporto biunivoco e complesso tra gli ebrei e gli olandesi nel Seicento.

Prima dell’alba

Il romanzo appartiene a un filone narrativo di tipo civile-politico che utilizza, contaminandoli, gli schemi del genere poliziesco per una rilettura della storia.

SE

Quando nel 1895 Rudyard Kipling scrisse If suo figlio John non era ancora nato, ma è inevitabile pensare a lui come al destinatario ideale del componimento: trentadue versi per imparare ad affrontare la vita, il lascito morale ed esistenziale di un padre a un figlio. Sfortunatamente John non sopravvisse al padre: morì in battaglia appena diciottenne durante la prima guerra mondiale.

SINFONIA DI LENINGRADO

La Settima di Dmitrij Šostakovič, detta Leningradskaja (di Leningrado), è la pagina che il grande musicista russo-sovietico iniziò a scrivere nel luglio del 1941, sotto il tiro dei cannoni tedeschi. Le sue foto in divisa da pompiere, come eroico difensore della sua città, apparvero sul “Times”.

LETTERA AI CAPPELLANI MILITARI LETTERE AI GIUDICI

Storico della chiesa, studioso di don Milani e tra i curatori del recente “Meridiano” dedicato all’autore, Tanzarella ricostruisce per la prima volta in maniera organica l’intera vicenda che lo portò di fronte ai giudici, con l’accusa di “incitamento alla diserzione e incitamento alla disubbidienza militare"

LE PRINCIPESSE DELLA SETA E ALTRI RACCONTI CINESI

Le principesse della seta e altri racconti cinesi ci troviamo di
fronte ad un volume che 
è prima di tutto molto 
bello a vedersi. L’occhio 
è gratificato dalla cura, dall’eleganza sobria e 
dalla preziosità al tempo stesso. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI E RAGAZZI

MARCO POLO 
Il viaggio delle meraviglie

Davanti alla laguna di Venezia, Marco Polo da bambino si chiedeva: "Quanto è grande il mondo?" Per rispondere ci vorrà tutta una vita. Attraverserà monti altissimi, deserti infuocati, mari in tempesta. Vedrà città scintillanti e parlerà una decina di lingue con pellegrini, mercanti e imperatori. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI

TARDA ANTICHITA' E ALTO MEDIOEVO IN ITALIA

In sintonia con linee storiografiche attuali, questa sintesi ha il merito
 di tenere insieme due periodi tradizionalmente distinti, conferendo centralità
 proprio alla transizione.

POSTWAR

E' la prima narrazione storica a coprire effettivamente l’intero arco del dopoguerra, ricostruendo in parallelo e nel loro intreccio le vicende dell’Europa occidentale e orientale, senza limitarsi a tre o quattro grandi stati europei, ma esaminando adeguatamente anche quelli minori o periferici.

STORIA DEL LIMBO

Chi si aspetti di trovare in questo superbo libro l’arida storia teologica di un luogo intermedio dell’aldilà sarebbe fuori strada: mescolando testi di dottrina, normativa funeraria, pagine di letteratura, note filologiche, racconti di miracoli, censure inquisitoriali e un’ingente mole di fonti iconografiche, Franceschini riflette su un nodo centrale come quello del rapporto tra i vivi e i morti nella tradizione cristiana.

MORIRE IL 25 APRILE

“Tu e tutti quelli come te, come mio padre, come la brava gente che ha fatto finta di niente ed è sempre stata al suo posto. Nessuno è innocente dopo vent’anni di dittatura; nessuno si salva dopo una guerra così”.

IL SOVRANO DELLE OMBRE

Questo libro è il tentativo di rendere conto della vita, delle scelte e della morte di Manuel Mena, prozio dell’autore e giovane falangista caduto diciannovenne nella sanguinosa battaglia dell’Ebro durante la guerra civile spagnola. Mena è un fantasma nella storia famigliare di Cercas, un eroe per il quale si prova vergogna perché caduto “dalla parte sbagliata”.

VITA ARDIMENTOSA DI UNA PROF

"L’aspirante professore patisce ineluttabilmente un percorso di cui non si intravede la fine ed espone le sue rassegnate membra a esercizi di penitenza e mortificazione degni di Jacopone da Todi”. Intrisa dell’amara ironia che contraddistingue l’intero libro, questa è la frase che racchiude in sé il messaggio fondamentale che Isabella Pedicini trasmette con il suo brillante racconto di come si diventa insegnanti oggi in Italia. Una via crucis tragi-comica, un po’ teatro dell’assurdo e un po’ corso di sopravvivenza, in cui purtroppo nulla è frutto della fantasia dell’autrice, ma tutto è incredibilmente autentico.

Come diventare vivi. Un vademecum per lettori selvaggi

In Se una notte d’inverno un viaggiatore, Italo Calvino presta attenzione anche ai mutamenti circa la natura della lettura, mettendo bene in luce come la letteratura non sia più “al centro” delle esistenze ma occupi anzi un ruolo del tutto marginale: “I romanzi lunghi – scrive Calvino – scritti oggi forse sono un controsenso: la dimensione del tempo è andata in frantumi, non possiamo vivere o pensare se non spezzoni di tempo che s’allontanano ognuno lungo una sua traiettoria e subito spariscono”. (...)