Prima Effe

LE RECENSIONI DELL'INDICE DEI LIBRI DEL MESE

DALL’ASIA AL MONDO
Un’altra visione del XX secolo

È sempre la stessa storia, verrebbe da dire a prima vista, solo raccontata da un altro continente. In parte, è proprio così. Questo bel libro di Pierre Grosser non è infatti una nuova storia dell’Asia, ma una voluminosa opera di sintesi, che legge la storia internazionale del Novecento attraverso le vicende del “secolo breve asiatico”, dalla guerra russo-giapponese a piazza Tienanmen.

ELOGIO DELLA PAROLA

Lo sviluppo del linguaggio parlato è un prodotto di una lunga evoluzione, con il passaggio da una comunicazione basata sui gesti a quella verbale più lenta, che, sostiene l’autore, è alla base delle comparsa della razionalità e in ultimo di quella che chiamiamo civiltà. L’emisfero sinistro del nostro cervello, dove risiedono le aree deputate alla comprensione e costruzione del linguaggio verbale, è lo stesso delle aree responsabili della formazione del pensiero.

CANONE BOREALE
100 opere del ‘900 musicale (colto sopra l’equatore)

Il volume di Federico Capitoni non è propriamente né una guida all’ascolto della musica del Novecento, né una storia della musica. Più modestamente, e anche più intelligentemente, questo libro dal titolo immaginifico ed estroso vuole essere un’antologia personale di cento opere del Novecento musicale ordinate cronologicamente e accompagnate da brevi schede di presentazione della misura di un articolo di giornale.

IL REGNO DEGLI ANIMALI

Sebbene ancora pressoché sconosciuto al grande pubblico italiano, Roland Schimmelpfennig (nato nel 1967) è una delle voci più significative del teatro tedesco e internazionale contemporaneo; le sue pièce, fra le più rappresentate in Germania dall’inizio del secolo, si reggono su un sottile equilibrio fra tradizione e innovazione, fra il recupero di strutture drammatiche classiche e un gusto tutto postmoderno per la decostruzione dell’azione e del dialogo, fra echi del passato e riflessioni sul presente.

IL DUELLO

“Napoleone I, la cui storia ebbe la qualità di un duello con l’Europa intera”: inizia così lo straordinario racconto di Conrad del 1908, Il duello. A questo inizio sulla figura di Napoleone, e sullo sfondo di una precisa scansione storica della vicenda narrata fatta di rimandi agli eventi cruciali delle guerre napoleoniche, fa seguito la vicenda molto privata, e molto misteriosa, di una serie di duelli, ossessivamente cercati e ossessivamente ripetuti, tra due ufficiali di cavalleria dell’esercito napoleonico

GLI ESCLUSI

Il romanzo Gli esclusi è un pugno ben assestato nello stomaco. Pubblicato nel 1980 e tradotto solo ora in italiano, narra le vicende di un gruppo di giovani senza bussola morale, violenti e cinici, cresciuti in una Vienna asfittica tra postnazismo e miracolo economico. I quattro ragazzi, due femmine e due maschi, di estrazioni sociali molto diverse, si prodigano in violenze malvagie e gratuite stile Arancia meccanica. Dalla descrizione di questa generazione perduta emerge, come nei libri di Thomas Bernhard, un quadro lucido e spietato di una società che non ha ancora fatto i conti con il passato, di un’Austria molto infelix.

RIMBAUD E LA VEDOVA

Il 1875 non è un anno qualunque nella vita di Arthur Rimbaud: è l’anno in cui il poeta decide di abbandonare definitivamente la letteratura. La bibliografia sul silenzio poetico dello scrittore veggente, così come quella sulla sua biografia, è a dir poco sterminata. Eppure c’è un episodio della vita di Rimbaud che rimane oscuro anche ai biografi più scrupolosi: nella primavera del 1875 il poeta francese si ferma per tre settimane a Milano, ospite di una misteriosa vedova.

UN PAESE LONTANO
Cinque lezioni sulla cultura americana

Uno spaccato di cultura americana, una riflessione su cosa intendere con “storia” della letteratura e delle arti in generale, un intreccio di forme letterarie e artistiche che tocca i tre aspetti della forma: linguaggio e retorica, contesto storico, piacere estetico.

L’INVERNO DI GIONA

Il vincitore del Premio Calvino 2019 si è imposto con un romanzo che scava nella psiche di un adolescente con perizia di scrittura insolita in un esordiente. Un racconto a chiave, capace di mettere in luce le complesse pulsioni affettive che presiedono la vita familiare nel passaggio verso l’età adulta.

LA SARTORIA DI VIA CHIATAMONE

Napoli, 5 maggio 1938. Hitler viene accolto in pompa magna da Mussolini, il quale sfoggia con orgoglio il golfo e il potenziale navale della città. Ed è in questo frangente storico, foriero di sventure, che incontriamo per la prima volta Carolina, l’indomita protagonista del romanzo di Marinella Savino. “Donna Carulì” capisce subito che la guerra non è lontana come le autorità vogliono far sembrare, e capisce con altrettanta immediatezza che spetta a lei il compito di mettere in salvo la sua famiglia se vogliono sopravvivere all’orrore incombente.

L’UOMO È FORTE

L’uomo è forte (1938) è uno dei libri forse meno noti al grande pubblico dello scrittore calabrese. A seguito di una guerra civile tra “bande” e “partigiani”, con la promessa di una società più giusta e forte, il regime di un imprecisato stato finisce per controllare ogni aspetto della vita pubblica e privata.

QUER PASTICCIACCIO BRUTTO DE VIA MERULANA

Merulana, nel “palazzo degli ori”, un orrendo delitto – anticipato da un “rubalizio degli ori” del giorno prima, ai danni della vedova Menecacci, anziana ereditiera veneta con più di una fantasia di stupro – chiama il detective don Ciccio Ingravallo, a indagare. La vittima è Liliana Balducci, signora dell’alta borghesia romana. Liliana, vittima prim’ancora che di un coltellaccio diabolico di un disturbo narcisistico (...); il suo cadavere viene ritrovato sgozzato, cruentemente raffigurato come un Rembrandt, prima di Bacon, come un tocco di carne da farne scempio, in una scena di un lirismo melodrammatico assoluto, ineguagliato.

IL SILENZIO E L’ABISSO

I ritratti più affascinanti contenuti in questo libro sono quelli dedicati a san Francesco e a Lorenzo de’ Medici, esaltato per la sua scaltrezza; con il Tristram Shandy riesce a dire con invidiabile franchezza qualcosa sull’Inghilterra (di allora e magari d’oggi): “un paese inquieto, bizzarro, sregolato, eccentrico”. La parte più commossa e turbata è quella del retablo per Dostoevskji che, a dire di Citati, forse “non era vanitoso, ma solo cosciente del proprio talento, in un ambiente che non lo comprendeva e non lo riconosceva”.

NON SPARATE SUL RECENSORE

All’interno della sempre corposa bibliografia di e su Manganelli, che continuamente si arricchisce di tasselli importanti, si aggiunge adesso "Non sparate sul recensore", un volume che colma una lacuna importante raccogliendo le recensioni di Manganelli dagli anni quaranta fino ai novanta. Il volume riunisce molti scritti apparsi sulle più disparate testate, molti dei quali se non sconosciuti, comunque molto rari. La ricchezza di queste pagine sta anche nella possibilità che offrono al lettore di seguire l’itinerario critico manganelliano.

L’ABITO FEMMINILE
Una storia culturale

Georges Vigarello è uno studioso delle prerogative e degli usi del corpo e in questo suo ultimo lavoro si occupa del corpo abbigliato. Se ne occupa, come nel suo stile, dal medioevo a oggi proponendo alcune scansioni tematiche che seguono la cronologia. Assunto centrale è che l’abito è un involucro che nasconde più che coprire e difendere il corpo, che ne altera morfologia e proporzioni, che lo costringe e reinventa. L’abito prevale sul corpo, lo usa come un manichino da esposizione per inviare messaggi. Ciò nel lungo periodo, fino alle soglie della contemporaneità.

ARTISTI A LONDRA
Bacon, Freud, Hockney e gli altri

Biografia multipla di artisti Il libro racconta le vicende private e professionali dei più importanti pittori e pittrici che hanno animato la scena artistica di Londra dal 1945 al 1970. Si tratta di una sorta di “intervista collettiva o biografia multipla” di molti di quei protagonisti, come osserva l’autore, critico d’arte, che ha avuto la possibilità e la pazienza di conoscere da vicino molti dei personaggi trattati.

NEL NOME DELLA CROCE
La distruzione cristiana del mondo classico

Questo libro consiste nella raccolta di decine e decine di testimonianze che dimostrerebbero come il cristianesimo, non appena ebbe la possibilità di farlo, abbia perseguito una sistematica distruzione del patrimonio religioso, artistico, scientifico, filosofico e letterario del mondo classico greco-romano.

IL TEMPO DEI LUPI
Storia e luoghi di un animale favoloso

La storia dell’ambiente non è più una novità ma spesso l’ambiente rimane il neutrale palcoscenico su cui l’uomo recita le sue vicende come protagonista piuttosto che parte in causa. Con il lupo facciamo i conti con un altro primo attore il cui rilievo è partecipe di una lunga partita con un ruolo nell’immaginario collettivo in larga misura persino maggiore di quello effettivamente avuto nella realtà.

FUGA IN EUROPA
La giovane Africa verso il vecchio continente

Fino al 1930 l’Africa aveva 150 milioni di abitanti, l’8 per cento della popolazione mondiale. Nel frattempo il resto del mondo si popolava a ritmi vorticosi (...). In poco più di due secoli l’umanità è passata da uno a sette miliardi e il continente africano è quello cresciuto più lentamente. L’umanità ha raggiunto lo zenit della fecondità negli anni sessanta dello scorso secolo e da allora è iniziato il declino demografico mondiale: non solo i paesi “sviluppati” – Europa, Giappone, Usa – invecchiano velocemente ma anche l’America Latina e parte del continente asiatico. L’Africa, oggi, è l’eccezione demografica: il ritmo di crescita fino al 2050 sarà del 2,5-3 per cento. Dai 150 milioni di abitanti del 1930 a 1 miliardo nel 2010. Due miliardi nel 2050, il 25 per cento della popolazione mondiale; nel 2100 gli africani saranno il 40% della popolazione mondiale: 4 miliardi su 10 miliardi complessivi. Il 2050 è la data su cui costruire analisi e scenari, perché rappresenta, oggi, la prospettiva di chi sta nascendo proprio adesso.

LA FARFALLA E LA CRISALIDE
La nascita della scienza sperimentale

L’ultima fatica di Edoardo Boncinelli, fisico, neurobiologo ed efficace divulgatore, ci narra di una metamorfosi, dalla crisalide della filosofia alla farfalla della scienza sperimentale. Boncinelli ci parla di come è nata e si è sviluppata la filosofia, ponendosi la domanda centrale: “Di cosa è fatto il mondo?”. L’osservazione che molti dei primi filosofi fossero anche scienziati dimostra che i legami tra scienza e filosofia sono molto antichi, con entrambe le discipline tese a spiegare i misteri del mondo.

LA VITA FELICE DEL CIARLIERO ZHANG DAMIN

Scritto dall’autore pechinese Liu Heng nel 1999, La vita felice del ciarliero Zhang Damin racconta la storia di un operaio, Zhang Damin, di cui snocciola una dopo l’altra le (dis)avventure, da quando ancora giovanotto prende il posto nella fabbrica di thermos in cui lavorava il padre, morto in un incidente sul lavoro a quando alla fine della storia viene improvvisamente licenziato dall’azienda ricevendo 700 thermos per liquidazione.

PHILIP ROTH
ROMANZI (1991-1997)

Il secondo capitolo della trilogia di “Meridiani” Mondadori dedicata a Roth contiene quattro romanzi pubblicati negli anni novanta, il periodo in cui lo stile e la voce di Roth raggiungono la piena maturità: non a caso, nella nota di cordoglio per la morte dello scrittore, il critico letterario Harold Bloom ha definito due di questi romanzi, "Il teatro di Sabbath" (1995) e "Pastorale americana" (1997), “le sue opere più grandi”

GIAGUARI INVISIBILI

Rocco Civitarese restituisce fedelmente la realtà che lo circonda, non ha nemmeno vent’anni (è nato nel 1999 a Pavia dove frequenta il primo anno di medicina) e racconta di ciò che conosce da vicino, quindi l’ultimo anno di liceo dalla prospettiva di un gruppo di ragazzi pavesi. Ognuno di loro è dotato di un pacchetto completo di ambizioni, idiosincrasie, paure, spigoli, insofferenze.

Un romanzo per gli occhi.
Manzoni Caravaggio e la fabbrica del realismo

I promessi sposi sono il romanzo che forse meglio di altri rappresenta un intero arco di tempo della storia italiana, inserendosi pienamente negli anni dei moti rivoluzionari e dell’Unità dello stato. È quindi anche grazie a tale ruolo preminente che questo romanzo rappresenta una riserva inesauribile di indagini e studi

Il museo della lingua italiana

A differenza di altri patrimoni linguistici, quello italiano non ha mai avuto un museo vero, grande, articolato, tecnologico. Da qui, l’urgenza di proporne uno capace di raccontare la vitalità della nostra lingua attraverso un percorso non soltanto letterario, ma sociale, politico, culturale e, soprattutto, visivo.

Proletkult

Non siamo di fronte all’ennesimo romanzo storico, non è questa l’intenzione degli autori: e a ben vedere la storia – la Rivoluzione e ancor di più la guerra – scorrono sullo sfondo della narrazione e quando balzano in primo piano lo fanno in maniera soggettiva, nel ricordo personale dei protagonisti. Il tempo qui sembra infatti più relativo che mai: l’azione si concentra nel 1927, in prossimità dei festeggiamenti del primo decennio rivoluzionario, ma molti sono i flashback e altrettanti i rimandi al futuro.

Un ragazzo normale

In una Napoli insolitamente fredda, un uomo attende un agente immobiliare per visitare un appartamento che non si può permettere nel palazzo di fronte al murale che ricorda Giancarlo Siani, giornalista de “Il Mattino” ucciso a 25 anni per aver denunciato nei suoi articoli gli sporchi affari della camorra.

BILLIE HOLIDAY

L’importanza di Eleanora Fagan, alias Billie Holiday forse è messa in ombra soltanto dal processo di mitizzazione della sua figura: gran parte di ciò che è stato scritto su di lei riserva alla musica un interesse secondario, insiste piuttosto sui tratti tragici della sua esistenza, cadendo spesso in patetismi da feuilleton.
Il saggio/biografia di Szwed – già noto per la sua monumentale biografia di Sun Ra (minimum fax, 2013) – parte proprio dall’analisi della costruzione del mito di Billie Holiday, che si regge in massima parte sulla sua nota autobiografia La signora canta il blues

Grande Madre Acqua

Il romanzo si articola in tredici capitoli e a ciascuno di essi corrisponde, secondo uno stretto rapporto funzionale, un medaglione introduttivo dalle forti venature liriche. La storia ruota intorno a due personaggi: il bambino Lem, io narrante, e il suo miglior amico, l’adolescente Keïten insofferente a ogni regola. Ma in questo caso le regole sono un elemento determinante, se si pensa che i due vivono in un orfanotrofio, la grande struttura anonima che se da un lato offre un porto sicuro a chi non ha nessuno, dall’altro implica tutta una serie di costrizioni che culminano in una forma di segregazione dal mondo quasi assoluta

FUORI DA GAZA

Fuori da Gaza c’è il mare. Ma il mare è anche dentro Gaza. La bagna e assorbe in un continuo riflusso. Il mare è l’orizzonte instabile, liberatorio e disperatamente finale che incornicia le vite di due gemelli palestinesi, Iman e Rashid Mujahed, protagonisti del romanzo d’esordio della scrittrice di origini palestinesi Selma Dabbagh. Il mare è il punto di partenza e di arrivo delle loro complesse vicende esistenziali, segnate da un costante senso di solitudine e spaesamento.


RICORDI DORMIENTI

“Risalire nel passato è molto romanzesco. È quasi come un enigma poliziesco: i ricordi sono andati in frantumi, i particolari non si collegano necessariamente gli uni agli altri.... È questo che mi ha sempre intrigato. È su questo che scrivo, libro dopo libro”. Così Modiano spiegava, in un’intervista a François Busnel del 2014, quel costante ricorso di temi, luoghi e personaggi che è la caratteristica più evidente della sua opera, il tratto che gli consente di portare avanti, attraverso una pratica personalissima della variazione, una ricerca di implacabile coerenza.

ANIME PERSE

Nel mondo contadino le storie si tramandavano oralmente finché qualcuno le fissava per iscritto, a futura memoria. Ciò vale anche per le più antiche leggende, diventate letteratura. Così è nato questo libro di Umberto Piersanti che ha raccolto dalla voce di Ferruccio Giovanetti – direttore del Gruppo Atena che nelle Marche coordina centri di recupero per “anime perse” – diciotto storie vere “interpretandole”
e restituendole in racconti improvvisati oralmente e “dettati” .

GLI UNDICI

Gli Undici è il perturbante capolavoro del mai esistito pittore François-Élie 
Corentin: lo smisurato
 ritratto dei componenti
 del Comitato di salute 
pubblica che resse la
Francia rivoluzionaria
 fra l’estate del 1793 e la
 primavera del 1794. Gli
 Undici sono i responsabili ultimi del terrore,
 gli uomini che hanno 
il potere di siglare le condanne a morte dei nemici reali, potenziali e immaginari del popolo.

UN’ODISSEA

Un padre, un figlio
e un’epopea

L’anello di una catena infinita L’Odissea è un’opera da sempre oggetto di imitazioni, riduzioni, riscritture, parodie, trasposizioni in altri media. Ma spesso le riappropriazioni diventano a loro volta modelli, come per questa nuova riscrittura, non a caso intitolata Un’Odissea a significare il suo essere uno degli anelli di una serie infinita di variazion

LEZIONI DI LETTERATURA

Nel leggendario corso di letteratura, Nabokov annuncia agli studenti: “Lo stile e la struttura sono l’essenza di un libro; le grandi idee sono risciacquatura di piatti”. Lontano dalle mode e politicamente scorretto come è sempre stato, lo scrittore che più ha influenzato la letteratura contemporanea ci offre, in queste lezioni in forma orale, una guida senza tempo all’arte del romanzo basata sugli appunti che prendeva nel prepararle, nei quali è
contenuta in nuce la sua
ars poetica (...). Leggendo queste lezioni, abbiamo il privilegio di entrare in quelle classi assieme ai fortunati studenti della Cornell nei rispettabili e dignitosi anni cinquanta. (...)

FRANKENSTEIN

Mary Godwin, figlia di Mary Wollostonecraft, autrice della prima dichiarazione dei diritti della donna aveva diciassette anni quando si rifugiò in Svizzera con Percy Bysshe Shelley, che abbandonava così definitivamente la moglie Harriet e i due figli. Il padre di Mary, il filosofo William Godwin, non solo 
non aveva approvato la
 relazione della figlia, ma l’aveva 
bandita dalla sua vista. 
Mary si ritrovò senza madre, senza padre e senza 
la figlia
 che era morta due settimane dopo la nascita, nel marzo del 1815. Nel gennaio del 1816 Mary aveva però messo al mondo un bimbo, William, sanissimo, ma che si era preso una tosse persistente: la “fuga” a Ginevra, nell’estate del 1816, aveva anche il vantaggio di portare il bambino in un luogo più salubre e dal clima più favorevole. Fu lì che Mary incominciò a scrivere Frankenstein.

INFINITO

Questa storia è raccontata da Umberto Bottazzini con precisione, sapienza e piacevole esposizione. Il suo stile invoglia alla lettura perché con la scelta di protagonisti anche non noti ed episodi poco conosciuti sa dipingere con rapide pennellate ambienti, culture e problemi. Bottazzini inizia in medias res, in un momento critico, il 1784, con un curioso concorso dell’Accademia di Berlino per premiare una teoria dell’infinito, che vincerà, scopriremo alla fine, un oscuro svizzero Simon Lhuilier che ne sosteneva la superfluità.

Nel recinto del sacro

Pier Paolo Pasolini ha “bruciato” diversi generi, dalla poesia al romanzo al giornalismo alla critica e saggistica letteraria, dal cinema al teatro. Così è stato spesso accusato di avere congedato testi approssimativi, con scarsa cura formale. Ebbene, in uno studio attento e intelligente, Caterina Verbaro ci restituisce invece le consapevoli e intenzionali scelte di un Pasolini coerente nelle svolte che reagiscono ai mutamenti del sociale.

Dalla Mia Vita Poesia E Verità

Nel rapporto osmotico di riflessione e memoria Goethe si assume il compito morale di ripercorrere le esperienze formative giovanili, vissute secondo ottimistiche coordinate ideologiche, intenzionato a “mostrare come ogni epoca tenta di reprimere e superare quella precedente invece di esserle grata per gli stimoli, le conoscenze e la tradizione che essa tramanda”

Opere poetiche

Questo volume, di P.B. Shelley, racchiude la più ampia selezione mai pubblicata delle opere poetiche composte dall'autore tra il 1803 e il 1822, dando nuova centralità ai tre libri da lui licenziati in vita e successivamente mai considerati dalla critica nella loro integrità: Alastor or the Spirit of Solitude and other poems (1816); Prometheus Unbound, a lyrical drama in four acts, with other poems (1820) e Hellas: a lyrical drama (1822)

Dei e piante nell'antica Grecia

Uno dei modi in cui si guarda alle piante nell’antichità classica le associa simbolicamente a culti di divinità. È alla scoperta di questa simbologia religiosa delle piante che il lettore è guidato da Giampiera Arrigoni, con contributi suoi e di vari autori e corredato di un ricco apparato illustrativo.

PARLERANNO LE TEMPESTE

Una costante delle particolarità che inseriva l'autrice Janet Frame sono gli elementi naturali e panorami allegorici utilizzati per rappresentare impalpabili stati d’animo e concetti complessi, o convogliare messaggi profondi. Ne è un esempio la poesia che dà il titolo alla raccolta che, attraverso l’immagine, affronta il tema della memoria e della impermanenza, e degli effetti personali che ci portiamo dentro o perdiamo per sempre. 
Poesia

IL PITTORE FULMINATO

Johann Moritz Rugendas, noto pittore tedesco ottocentesco, compie un viaggio tra la regione andina e l’Argentina insieme a un altro pittore più giovane, il fidato amico Krause. La natura è rigogliosa e i due pittori europei ne apprezzano la ricchezza e la vivida diversità rispetto ai climi e agli ambienti del Vecchio Mondo. D’altra parte, sono alla mercé di una natura tanto fiorente quanto violenta. Da un lato ci sono gli indios che i due pittori vogliono ritrarre a tutti i costi con la loro ferocia primitiva, dall’altro c’è un tempo atmosferico mutevole e spietato…
Letteratura

Altre menti. Il polpo, il mare e le remote origini della coscienza

Filosofia e polpi potrebbero sembrare due universi estremamente distanti. La prima si occupa di visioni del mondo, pensieri profondi e approcci alla realtà della nostra specie. I secondi al massimo fanno bella figura sulle tavole galiziane, con le patate. Essere riuscito a unire due mondi così diversi è già un primo merito di Peter Godfrey-Smith. Godfrey-Smith è un serissimo filosofo della scienza che ha pubblicato notevoli opere sulla filosofia della biologia.
Filosofia

Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi

Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva – alias Anita Garibaldi – è stata oggetto, dopo la morte, di processi di nazionalizzazione paralleli. Tra Otto e Novecento la prima moglie Giuseppe Garibaldi è così diventata una figura di rilievo nelle narrative patriottiche.
Torino 2017- Storia

La musica del tempo
Una storia dei Beatles

Quella di Ferdinando Fasce non è una semplice “storia dei Beatles” ma uno sforzo analitico rigoroso che offre la possibilità di leggere il quartetto di Liverpool collocandolo nella storia, dando corpo a un testo in cui si confondono passione personale, indagine
scientifica e accessibilità
narrativa.
Torino 2018 - Musica

Romanzi

Il recente “Meridiano” dedicato a Toni Morrison raccoglie i maggiori romanzi pubblicati in Italia in versioni italiane aggiornate dalle traduttrici delle precedenti edizioni. Gli apparati critici ricostruiscono cinquant’anni di attività letteraria dell’autrice che l’assegnazione del Nobel ha contribuito a classicizzare.
Milano 2018 - Letteratura

IL FUTURO CHE VERRÀ
Quello che gli scienziati possono prevedere

Questa raccolta di saggi si interroga su quali possano essere gli sviluppi scientifici e tecnologici ipotizzabili; non solo fra cinque o dieci anni, ma di là da venire, oltre la fine della nostra stessa vita.
Torino 2018 Scienze

Il metodo di Maigret

Maigret, un polo di attrazione magnetico del libro: l’appassionato del cuore umano e delle sue debolezze. Maigret come personaggio agglutinante, capace di creare attorno a sé una realtà, di ricomporre un caos, persino il caos del suo autore.
Milano 2018 -Letterature

Leggere Simone Weil

Gli anni compresi tra il 1909 e il 1943, è indubbio che Simone Weil sia riuscita più di altri a coglierne l’essenza profonda, attraversandone con lucidità e sofferenza le fasi più tragiche. La radicalità del suo pensiero, tuttavia, non la àncora all’epoca in cui è vissuta ma le consente di porsi ancora oggi come interlocutrice preziosa per chiunque. Pensatrice straordinaria, e dalla vita altrettanto straordinaria: studio intenso e insegnamento costantemente, impegno sociale e politico.
Macerata 2018 - FIOSOFIA

Il genio degli uccelli

Per tanti versi simili a noi, gli 
uccelli hanno affascinato la nostra specie da sempre. In fondo, però,sono sempre stati visti come animali unidimensionali. Sono dotati di una proprietà, il volo, che invidiamo, sono spesso colorati, sono ottimi cantori. Ma nell’immaginario sono minuscoli robottini capaci di fare cose straordinarie in maniera automatica, appunto volare cantare migrare.
Milano 2018- Scienze

La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg

È strano che i biografi siano così attratti da scrittori che hanno già scritto tanto di sé. È il caso di Proust, la cui opera è dedicata per intero a un bambino, poi ragazzo ed adulto che si chiama Marcel, e che, con minime differenze, fa tutto quello che ha fatto il suo autore, Marcel Proust.
Vicenza 2018 - Letteratura

DALLA TERRA ALLA STORIA Scoperte leggendarie
 di archeologia orientale

Paolo Matthiae è un archeologo del Vicino Oriente, noto per aver riportato alla luce l’antica città di Ebla, in Siria. L’autore prende in considerazione l’intera area vicino orientale, Anatolia, Siria, Mesopotamia e Levante, e anche l’Egitto, dedicando ogni capitolo a un sito chiave tra i luoghi che sono stati al centro di grandi scoperte archeologiche.
Torino 2018 - Arte

LEOPARDI E MACHIAVELLI

Un breve saggio con bibliografia sui rapporti tra Giacomo Leopardi e Niccolò Machiavelli.
Aprile 2018: CRITICA LETTERARIA

MIO CARO NEANDERTAL

Nel lontano agosto del 1856, nella valle renana di Neander a pochi chilometri da Düsseldorf, furono rinvenuti i resti di un antico ominide, simile ma diverso dall’uomo moderno. Era iniziata la vicenda dell’uomo di Neanderthal.
Luglio-agosto 2018: SCIENZE

DIETRO LE QUINTE DELL’UNIVERSO

Il libro di Bertone si rivolge al vasto pubblico di appassionati di astronomia e di fisica per raccontare la storia della misteriosa materia oscura che permea l’universo e guidare il lettore attraverso un appassionante viaggio dalla sua scoperta fino a oggi.
Luglio-agosto 2018: SCIENZE

DUNCAN EDWARDS, IL PIÙ GRANDE

James Leighton ha scritto questo libro perché viene da una famiglia di calciofili. Il suo padrino, alla classica domanda “Chi è stato il più forte calciatore del mondo?”, ha sempre fatto il nome di Duncan Edwards, con insistenza. È stato davvero così?
Luglio-agosto 2018: SPORT

MORFISA O L’ACQUA CHE DORME

In questo suo ultimo romanzo, Antonella Cilento sceglie una collocazione temporale alquanto impegnativa, ovvero il passaggio tra l’Alto e il Basso Medioevo, quando intorno al ducato di Napoli si davano battaglia tanti, troppi contendenti: dai bizantini ai normanni, dai longobardi agli arabi. Materia quanto mai propizia alla narrazione avventurosa, ma occorre tener presente che ogni avventura, in questa trama, è cucita con il filo variopinto degli innumerevoli riti e miti di Napoli, fra sirene e sibille, San Virgilio e San Gennaro.
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

LA RAGAZZA DI MARSIGLIA

Il racconto storico di Attanasio restituisce la vita esuberante, densa e ingiusta di Rosalia Montmasson (1823-1904). Di umili origini savoiarde, seconda moglie di Crispi, fedele all’azione di Mazzini e Garibaldi, unica donna tra le 1089 camice rosse che partirono da Quarto nella notte tra il 5 e il 6 maggio 1860.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

L’INNOMINABILE

Scritto nel 1949, subito dopo En attendant Godot, il romanzo L’Innommable chiude la trilogia composta da Molloy e Malone meurt. Dal 1947 Beckett aveva iniziato a scrivere in francese, ovvero in quella che era divenuta la lingua della sua “resistenza”.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

LOVE + HATE: RACCONTI E SAGGI

In questi racconti brevi e saggi Hanif Kureishi conferma ancora una volta la qualità della sua scrittura, densa, ironica e provocante. Sono testi che parlano della Londra bohémien degli anni sessanta e del suo presente multiculturale, della complessità del rapporto padre-figlio, ma anche delle riflessioni sui mutamenti sociali e sui flussi migratori, all’epoca del crollo dell’impero britannico e nella nostra confusa contemporaneità.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto2018: LETTERATURE

ROSSO ELISABETTIANO.
SAGGI SU SHAKESPEARE

Stefano Manferlotti ci porta nel cuore stesso dell’inferno shakesperiano: il luogo proprio dell’uomo, delle sue passioni, dei suoi desideri brutali, delle sue perversioni, della sua tenerezza tradita.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: LETTERATURE

AUA

Vi sono due categorie di esploratori artici. Quelli che cercano un luogo geografico o una rotta attraverso i ghiacci e che percorrono distese disertate dagli uomini; e vi sono quelli che cercano uomini che vivono in condizioni estreme e che per far questo si mettono in condizioni estreme. Knud Rasmussen (1879-1933) è stata una figura fondamentale tra i cercatori di culture differenti e gli esploratori che mettono alla prova se stessi.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-Agosto 2018: NARRATIVA DI VIAGGIO

BERNINI SCULTORE. IL DIFFICILE DIALOGO CON LA MODERNITÀ

Il primo merito di questo bel libro è di aver rintracciato e seguito tutti i fili delle diverse trame della ricezione berniniana e di averne analizzato l’orizzonte da Canova a Boccioni. Lucia Simonato è riuscita a trasformare un universo di “briciole” di fortuna critica e visiva in un intreccio denso, attento a rilevare anche le intrinseche incoerenze della ricezione, e dunque in grado di scrivere una storia.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: ARTE

VITA DI MAFIA.
AMORE, MORTE E DENARO NEL CUORE DEL CRIMINE ORGANIZZATO

L’ultimo libro di Federico Varese è un originale affresco delle mafie contemporanee. L’autore, criminologo a Oxford, è tra gli studiosi più noti del fenomeno mafioso in campo internazionale.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

STORIA DELLA RESISTENZA NELL’EUROPA OCCIDENTALE 1940-1945

Una “prima storia”, basata su una documentazione archivistica soprattutto inglese, che in 21 capitoli affronta in modo assai dettagliato le varie fasi e i mutamenti dei complessi rapporti tra le strategie militari – prima solamente inglesi e, dal 1942, anche statunitensi – e i movimenti di resistenza nell’Europa occidentale.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

SALVARSI.
GLI EBREI ITALIANI SFUGGITI ALLA SHOAH, 1943-1945

Liliana Picciotto lavorando presso il Centro di documentazione ebraica contemporanea di Milano era nella posizione migliore per affrontare un tema che spesso è stato oggetto di strumentalizzazioni. Il ruolo dei salvatori di ebrei è stato fondamentale nella salvezza di migliaia di ebrei in Italia e in Europa, ma esso ha assunto uno spazio soverchiante nel discorso pubblico...
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
Luglio-agosto 2018: STORIA

L’ARTE NELLA TEMPESTA

Il libro racconta di come scrittori e artisti accolsero la rivoluzione russa, dell’entusiasmo soprattutto nel periodo che la precedette, della loro convinzione che arte e rivoluzione dovessero avere un unico scopo: rompere con il passato. LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI

COME VEDERE IL MONDO

Capire “come vedere il mondo” in una fase storica incerta come quella attuale equivale infatti, nelle intenzioni, a immaginare gli strumenti per cambiarlo; capire le immagini che circolano nello spazio pubblico, sia quelle prodotte oggi, sia quelle sedimentatesi nella lunga e complessa vicenda visuale dell’Occidente moderno, equivale ad assumere, rispetto a esse e rispetto ai mutamenti in atto nel pianeta, una posizione “attiva”. LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI

UN CHICCO DI GRANO

Un chicco di grano fu pubblicato nel 1967, a tre anni dall’indipendenza del Kenya. La storia del paese, che parte dall’arrivo dei primi missionari e rammenta con amara ironia la sostituzione (nei rapporti tra europei e africani) della Bibbia con le armi, si intreccia presto con quella degli anni cinquanta, quando il governatore inglese dichiarò lo stato di emergenza per combattere la resistenza dei Mau Mau di Jomo Kenyatta. LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI

Il buio al crocevia

È notte quando Haris Abadi si ritrova all'improvviso disteso per terra, a respirare polvere e fango, mentre mani sconosciute gli sfilano di tasca tutto, soldi, cartina, passaporto. Cittadino americano di origine irachena, con alle spalle una triste storia famigliare, Haris si trova in Turchia per attraversare il confine siriano e unirsi alla lotta contro il regime di Bashar al-Assad. LETTURA CONSIGLIATA PER LETTORI ESPERTI

GLI EBREI DI REMBRANDT

Protagonista del saggio è la comunità ebraica di Amsterdam e Rembrandt funziona come punto di partenza e filo conduttore, permettendo all’autore di mettere a fuoco il vero oggetto della sua indagine, ovvero il rapporto biunivoco e complesso tra gli ebrei e gli olandesi nel Seicento.

LA SPLENDENTE

“I miti e gli eroi sono tornati. E non sono mai stati così vicini”. Con queste parole la fascetta promozionale accompagna la prima edizione de La splendente di Cesare Sinatti, pubblicato nei “Narratori” di Feltrinelli. A voler essere pignoli bisognerebbe però precisare che le storie mitiche di eroi e dèi greci non sono mai scomparse dall’orizzonte.

DORMIRE, FORSE SOGNARE

Gli studi scientifici sul sonno e sul sogno hanno vissuto fasi alterne: la moderna neuro fisiologia del sonno, molto sviluppatasi negli anni cinquanta e sessanta, è poi caduta un po’ nell’oblio e ha ripreso forte interesse negli ultimi decenni. 
Si cimenta adesso in questa impresa, sicuramente riuscita: la consolidata esperienza divulgativa dell’autore ci dà un libro che coniuga completezza e aggiornamento dell’informazione con chiarezza e facilità di lettura.

Prima dell’alba

Il romanzo appartiene a un filone narrativo di tipo civile-politico che utilizza, contaminandoli, gli schemi del genere poliziesco per una rilettura della storia.

SE

Quando nel 1895 Rudyard Kipling scrisse If suo figlio John non era ancora nato, ma è inevitabile pensare a lui come al destinatario ideale del componimento: trentadue versi per imparare ad affrontare la vita, il lascito morale ed esistenziale di un padre a un figlio. Sfortunatamente John non sopravvisse al padre: morì in battaglia appena diciottenne durante la prima guerra mondiale.

SINFONIA DI LENINGRADO

La Settima di Dmitrij Šostakovič, detta Leningradskaja (di Leningrado), è la pagina che il grande musicista russo-sovietico iniziò a scrivere nel luglio del 1941, sotto il tiro dei cannoni tedeschi. Le sue foto in divisa da pompiere, come eroico difensore della sua città, apparvero sul “Times”.

Pinocchio

Gek Tessaro, estroso funambolo della parola e del disegno, illustra Pinocchio, i personaggi, le scenografie con le immagini semplici e limpide che usa nel suo teatro. LETTURA CONSIGLIATA PER RAGAZZI

LETTERA AI CAPPELLANI MILITARI LETTERE AI GIUDICI

Storico della chiesa, studioso di don Milani e tra i curatori del recente “Meridiano” dedicato all’autore, Tanzarella ricostruisce per la prima volta in maniera organica l’intera vicenda che lo portò di fronte ai giudici, con l’accusa di “incitamento alla diserzione e incitamento alla disubbidienza militare"

LE PRINCIPESSE DELLA SETA E ALTRI RACCONTI CINESI

Le principesse della seta e altri racconti cinesi ci troviamo di
fronte ad un volume che 
è prima di tutto molto 
bello a vedersi. L’occhio 
è gratificato dalla cura, dall’eleganza sobria e 
dalla preziosità al tempo stesso. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI E RAGAZZI

LA SCUOLA DAL TETTO DI PAGLIA

In La scuola dal tetto di paglia ritroviamo i grandi temi cari a Wenxuan: l’amore, l’amicizia, il senso della vita e della morte, l’attenzione verso i più deboli, l’ambientazione nella Cina rurale degli anni sessanta. LETTURA CONSIGLIATA: 10+

La rabbia e il bastoncino

Racconta le infelici vicende dei fratelli Baudelaire, orfani perseguitati dalla sfortuna. Humour nero e situazioni assurde e paradossali, trame complicatissime e ambientazioni cupe hanno fatto di questi libri, grazie anche alla forza dei tre protagonisti, dei veri punti di riferimento per la letteratura per ragazzi negli ultimi quindici anni. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI

La lettera sovversiva. Da don Milani a De Mauro, il potere delle parole

Don Milani non è 
l’ultimo, ma il primo,
non chiude, ma apre. È
 solo, ma non isolato.

LA FOGLIA

Daishu Ma è nata in Cina e oggi vive a Barcellona. La grande passione per la natura, per l’ambiente l’ha portata a realizzare il libro senza parole, Foglia, un volume che narra, con il solo ausilio delle immagini, una storia di urbanizzazione, di rapporto con la macchina, di assenza di colori.

MARCO POLO 
Il viaggio delle meraviglie

Davanti alla laguna di Venezia, Marco Polo da bambino si chiedeva: "Quanto è grande il mondo?" Per rispondere ci vorrà tutta una vita. Attraverserà monti altissimi, deserti infuocati, mari in tempesta. Vedrà città scintillanti e parlerà una decina di lingue con pellegrini, mercanti e imperatori. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI

Il teatro di Pinocchio

Il teatro di Pinocchio si può definire un pop-up teatralizzato, un gioco o meglio un “teatro da tavolo” e si compone di una cartella contenente quattro scenografie a fisarmonica di un metro, manovrabili dei personaggi e un libro di scena con il copione e consigli per la rappresentazione della storia. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI

Il sogno del Nautilus

Blu, azzurro, verde sono i colori che si vedevano dall’oblò del leggendario sottomarino del Capitano Nemo. Né potrebbe essere altrimenti: le acque si sono alzate e hanno coperto tutte le terre. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI E RAGAZZI

Eroi, re, regine e altre rime

Eroi, re, regine è una raccolta di cinquantacinque brevi poesie che raccontano altrettanti personaggi della storia e della letteratura. Ci sono Ettore e Achille, Annibale e Cicerone, Garibaldi e Michelangelo. Ciascuno omaggiato con leggerezza e ironia dai versi di Cinquetti, e poi – in appendice – raccontato brevissimamente da una “Piccola enciclopedia tascabile”. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI

DON MILANI

Perché molti adolescenti, si chiede Schiavon, si impegnano con passione di pomeriggio dando ascolto al loro allenatore, mentre la mattina appaiono totalmente indifferenti agli adulti che hanno di fronte? Perché le classi di oggi appaiono ancora luoghi ostili per i “timidi”?.

DIECI RACCONTI
DI UN UOMO STRANO

Padre Matteo Ricci, in cinese Li Madou, nasce a Macerata nel 1552. Non ancora ventenne entra nel noviziato dei gesuiti a Sant’Andrea al Quirinale a Roma. Nel 1578 viene assegnato alla missione in Asia. Arrivato in India è ordinato sacerdote, poi raggiungerà la Cina per fondare missioni. Con il consenso dell’imperatore si stabilisce a Pechino dove riceve il permesso di costruire la prima chiesa cattolica pubblica in Cina.

ARTE E NEUROSCIENZE

Nel 1959 il fisico molecolare Charles P. Snow affrontò per la prima volta le ragioni del complesso rapporto tra le due culture: quella scientifica, dedicata alla comprensione della natura, da una parte, e quella umanistica, incentrata sull’esperienza umana, dall’altra. A distanza di quasi sessant’anni, il tema è quanto mai attuale, come dimostra il recente libro del neuroscienziato Eric R. Kandel, premio Nobel per la medicina nel 2000.

ANIMALI

Vi sarà sicuramente capitato di entrare al supermercato, oppure in un ristorante, e vedere crostacei (con le chele rigorosamente legate), mantenuti in mezzo al ghiaccio perché arrivino vivi sulla vostra tavola. Vi sembra una buona pratica?

Giulia e il Leone

Un libro in cui la piccola Giulia, seccata dal finale della storia che sta leggendo, balza tra le pagine del libro e rende giustizia al Drago, trasformandolo in un artista del toast. Barnes ha immaginato una seconda avventura di Giulia, questa volta vendicatrice di un leone prigioniero in un circo. LETTURA CONSIGLIATA PER BAMBINI E RAGAZZI

NELLA TUA BREVE ESISTENZA Lettere 1919-1926. Diari di Ada Prospero Gobetti 1919-1926

Piero Gobetti aveva solo diciassette anni quando scrisse la
 sua prima lettera ad Ada 
Prospero, allora sedicenne. Eppure, se leggiamo 
una dopo l’altra le lettere 
fra questi due giovani,
 il cui corteggiamento
 avrebbe avuto di lì a poco 
un corso strettamente parallelo all’ascesa al potere
di Benito Mussolini, cominciamo a capire il crescente controllo dello stato fascista sulle vite dei suoi cittadini.

L’ATEISMO DEI MODERNI

Gianluca Mori si interroga innanzitutto su cosa significhi “ateismo” in età moderna: apologeti e presunti atei concordano nel dire che non si tratta di negare l’esistenza di una causa prima, ma di rifiutare che essa si configuri come un’intelligenza libera e creatrice.

La Pelle

“All’Italia di oggi è mancata una vera e propria ‘letteratura della disfatta’. Nel gran pullulare di memoriali, di confessioni e di difese, utili o inutili, avare o generose, è sembrato quasi che i nostri scrittori avessero ritegno o paura ad ispirarsi ai fatti e ai fenomeni della vita collettiva degli anni della sconfitta e dell’invasione. Tanto più degno di rilievo appare quindi l’ultimo libro di Curzio Malaparte La pelle dove rivive un mondo, una società, un costume, magari deformati o esasperati nei particolari, ma veri nell’essenziale”.

UNA STORIA DELLE IMMAGINI

Il volume è ricco di osservazioni assolutamente fuori dagli schemi, degne dello sguardo atipico di Hockney. Si parte da considerazioni sui codici percettivi condivisi e sulla funzione delle immagini. Per cui il luccichio degli occhi della Maddalena di Tiziano serve a spiegare il brillio sulle pupille di Ingrid Bergman in Casablanca, e la sequenza della balena in Pinocchio di Walt Disney trova analogie, nel modo di rendere le onde, con le stampe giapponesi.

PAVONE E RAMPICANTE

Due biografie intrecciate dall’autrice, che visita i luoghi percorrendo gli spazi delle case e dei laboratori di entrambi gli artisti. Si parla di William Morris (1834-1896) e Mariano Fortuny (1871-1949).

LE LEGGI DEL MONDO

I fenomeni analizzati sono numerosi e tutti presi da esperienze quotidiane: liquidi che colano e pittura che si rapprende, miraggi acustici, fenomeni ottici, pompe a vuoto, onde arteriose e impulsi nervosi, gravità e forze di marea.

TARDA ANTICHITA' E ALTO MEDIOEVO IN ITALIA

In sintonia con linee storiografiche attuali, questa sintesi ha il merito
 di tenere insieme due periodi tradizionalmente distinti, conferendo centralità
 proprio alla transizione.

POSTWAR

E' la prima narrazione storica a coprire effettivamente l’intero arco del dopoguerra, ricostruendo in parallelo e nel loro intreccio le vicende dell’Europa occidentale e orientale, senza limitarsi a tre o quattro grandi stati europei, ma esaminando adeguatamente anche quelli minori o periferici.

STORIA DEL LIMBO

Chi si aspetti di trovare in questo superbo libro l’arida storia teologica di un luogo intermedio dell’aldilà sarebbe fuori strada: mescolando testi di dottrina, normativa funeraria, pagine di letteratura, note filologiche, racconti di miracoli, censure inquisitoriali e un’ingente mole di fonti iconografiche, Franceschini riflette su un nodo centrale come quello del rapporto tra i vivi e i morti nella tradizione cristiana.

MORIRE IL 25 APRILE

“Tu e tutti quelli come te, come mio padre, come la brava gente che ha fatto finta di niente ed è sempre stata al suo posto. Nessuno è innocente dopo vent’anni di dittatura; nessuno si salva dopo una guerra così”.

LE RAGAZZE RAPITE

Risale a domenica 7 maggio 2017 la notizia che 82 delle oltre 250 liceali rapite nell’aprile 2014 da Boko Haram sono state liberate, in seguito a lunghe trattative e intensi negoziati tra il governo federale nigeriano e il gruppo integralista islamico, con la mediazione della Croce rossa internazionale e del governo svizzero. L’annuncio, oltre che riaccendere la speranza e provocare un sospiro di sollievo collettivo, riporta l’attenzione su una forza del terrore che da quasi due decenni imperversa sulla Nigeria.

ROBERT CAPA NORMANDIA 6 GIUGNO 1944

A differenza di un soldato, il corrispondente di guerra ha la libertà di decidere dove stare, e anche la possibilità di comportarsi da vigliacco senza essere per questo giustiziato; ha la vita nelle sue mani, la può puntare su un cavallo oppure rimettersela in tasca all’ultimo momento. Con questo spirito Robert Capa, già celebrato al tempo come “il più grande fotoreporter di guerra del mondo”, decise di unirsi, il 6 giugno 1944, alla Compagnia e nella prima ondata dell’attacco alleato alla costa francese.

IL SOVRANO DELLE OMBRE

Questo libro è il tentativo di rendere conto della vita, delle scelte e della morte di Manuel Mena, prozio dell’autore e giovane falangista caduto diciannovenne nella sanguinosa battaglia dell’Ebro durante la guerra civile spagnola. Mena è un fantasma nella storia famigliare di Cercas, un eroe per il quale si prova vergogna perché caduto “dalla parte sbagliata”.

IL PIANETA MANGIATO

Il libro di Balboni in modo scorrevole narra tante situazioni esemplari di questa inarrestabile corsa al disastro, corredandole di informazioni statistiche tratte da un’estesa letteratura. Sono con evidenza storie prodotte dalla sostanziale irrazionalità del mercato globale non regolato e dall’egoismo economico dei paesi ricchi, e molto interessanti sono le pagine in cui l’autore ci descrive “l’associazione tra cibo e natura”, un fenomeno culturale che si è molto acutizzato negli ultimi anni producendo vere e proprie forme di patologia alimentare e sociale a vantaggio della grande industria.

Prima dei Vangeli. Come i primi cristiani hanno ricordato, manipolato e inventato le storie su Gesù

In questo libro l’autore si propone di indagare su come le notizie su Gesù siano state trasmesse negli anni fino al momento della scrittura dei Vangeli, che è avvenuta non prima di un quarantennio dallo svolgersi dei fatti.

PER FORTUNA FACCIO IL PROF


L’argomento è la lotta alla mafia attraverso la conoscenza, la formazione di decine e poi centinaia di allievi che stanno diffondendo questa conoscenza ovunque in Italia e ormai anche in Europa. Il successo di questa sfida è dovuto alle qualità umane dei suoi allievi, che Dalla Chiesa ringrazia con parole commosse nelle ultime pagine e dei quali traccia una lunga serie di vivaci ritratti. L’entusiasmo è contagioso, e l’efficacia del contagio emerge con forza da queste pagine.

VITA ARDIMENTOSA DI UNA PROF

"L’aspirante professore patisce ineluttabilmente un percorso di cui non si intravede la fine ed espone le sue rassegnate membra a esercizi di penitenza e mortificazione degni di Jacopone da Todi”. Intrisa dell’amara ironia che contraddistingue l’intero libro, questa è la frase che racchiude in sé il messaggio fondamentale che Isabella Pedicini trasmette con il suo brillante racconto di come si diventa insegnanti oggi in Italia. Una via crucis tragi-comica, un po’ teatro dell’assurdo e un po’ corso di sopravvivenza, in cui purtroppo nulla è frutto della fantasia dell’autrice, ma tutto è incredibilmente autentico.

Gli insegnanti in Italia. Radiografia di una professione

Per affrontare i molti dilemmi e sviluppare “una capacità di discernimento tra l’utile e il futile” l’autrice appronta per i suoi lettori una “cassetta degli attrezzi”, contenente essenzialmente una buona preparazione, una capacità di trasmetterla e l’autorevolezza per confrontarsi liberamente con la classe.

E Gesù
 diventò Dio

Bart D. Ehrman è ormai, a livello mondiale, uno dei più apprezzati e discussi autori di libri di alta divulgazione su Gesù e sul cristianesimo antico. In questo libro 
Ehrman si propone di rispondere
alla seguente domanda: i discepoli di
 Gesù consideravano fin da principio
che il loro maestro fosse un dio?

Come diventare vivi. Un vademecum per lettori selvaggi

In Se una notte d’inverno un viaggiatore, Italo Calvino presta attenzione anche ai mutamenti circa la natura della lettura, mettendo bene in luce come la letteratura non sia più “al centro” delle esistenze ma occupi anzi un ruolo del tutto marginale: “I romanzi lunghi – scrive Calvino – scritti oggi forse sono un controsenso: la dimensione del tempo è andata in frantumi, non possiamo vivere o pensare se non spezzoni di tempo che s’allontanano ognuno lungo una sua traiettoria e subito spariscono”. (...)

LA CINA È BAMBINA

In occasione della cinquantacinquesima edizione della Bologna Children’s Book Fair che ha visto la Cina come paese ospite, L’indice in collaborazione con L’Accademia Drosselmeier e Alir, l’associazione delle librerie indipendenti per ragazzi, presentano alcuni libri che mostrano il ricco dialogo tra Cina e Italia nella letteratura per ragazzi e bambini.
Marzo 2018: LETTURE PER BAMBINI

LE ULTIME TESI SULLO SCIOGLIMENTO GLACIALE

Nel 2007, il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Undp) faceva proprie le analisi del quarto rapporto del Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico (Ipcc) sostenendo che: “I cambiamenti climatici generano rischi non solo per i poveri del mondo, ma per l’intero pianeta e per le generazioni future.
LETTURA CONSIGLIATA PER DOCENTI
ARTICOLO CORREDATO DA BIBLIOGRAFIA
Gennaio 2018: SCIENZE